COME VIVERE e SANTIFICARE MAGGIO, IL MESE DI MARIA

La Santa Chiesa onora la Madonna con molte feste. Le dedica anche il mese di Maggio e di Ottobre.
I fedeli nel mese di Maggio vanno a gara per presentare alla Regina del Cielo gli omaggi filiali della loro devozione, allo scopo di benedirla, di ringraziarla e di ottenere grazie.
Affinché il mese di Maria produca maggiori frutti, si presentano delle norme pratiche:
1) A principio di Maggio ci si proponga di ottenere dalla Madonna qualche grazia particolare: l’assistenza nella scelta dello stato di vita … la forza per custodire bene il giglio della purezza … la protezione sul letto di morte … la conversione di qualche peccatore … ecc.
2) Si combatta il difetto nel quale lungo il giorno si cade con più frequenza: l’impazienza… la mormorazione … l’oziosità… la pigrizia spirituale …
3) La Comunione si riceva con frequenza, possibilmente ogni giorno.
4) Si pratichi il fioretto quotidiano e si abbia zelo di farlo conoscere agli altri.
5) Si adorni in famiglia qualche immagine della Vergine con fiori e lampade, affinché serva di richiamo ai familiari. Davanti a quest’immagine si reciti il Rosario in comune, invitando, quando se ne ha possibilità, anche i vicini di casa.
6) In un giorno di Maggio si faccia l’atto solenne di Consacrazione della famiglia al Cuore Immacolato di Maria, oppure, se di già si è fatto, si rinnovi con solennità.

Tratto da:

MARIA REGINA E MADRE DI MISERICORDIA (Mese di Maggio) di DON GIUSEPPE TOMASELLI