La Madonna del Giorno (1 Agosto 1218) – Apparizione della Madonna della Mercede

Nostra Signora della Mercede apparve a San Raimondo, dell’ordine di San Domenico, in questo giorno, il 1 ° agosto dell’anno 1218, e anche a Re Giacomo I d’Aragona, e parimenti a San Pietro Nolasco in tre diverse apparizioni, facendo conoscere a tutti e tre che desiderava che ognuno di loro contribuisse a stabilire un ordine per riscattare i prigionieri.

Re Giacomo I d’Aragona
San Pietro Nolasco
San Raimondo


 


 

 

 

L’Ordine che hanno stabilito è conosciuto come l’Ordine Reale, Celestiale e Militare di Nostra Signora della Misericordia e la Redenzione dei prigionieri, è anche conosciuto come L’Ordine della Beata Vergine Maria della Misericordia, l’Ordine di Mercede, l’Ordine dei Prigionieri , o l’Ordine di Nostra Signora della Mercede.

Madonna della Mercede

A quel tempo nella storia, durante il XIII secolo, i potenti regni islamici di Taifa in Spagna, così come l’impero ottomano all’estremità opposta del Mar Mediterraneo, gestivano una tratta di schiavi la cui portata non è stata vista in nessun momento nella storia. Gli spagnoli, in particolare, sono stati oggetto di incursioni in cui sarebbero stati catturati e imprigionati, venduti in schiavitù e spesso costretti a rinunciare alla loro fede cattolica o/a subire discriminazioni, torture e morte.

Molto prima della prima crociata, organizzazioni come i cavalieri di San Giovanni Ospedaliere e i Templari si formarono per proteggere i pellegrini cristiani in Terra Santa, mentre gli Ospedaliere gestivano anche ospizi lungo il percorso verso la Terra Santa e persino un ospedale a Gerusalemme. C’erano anche istituzioni caritatevoli, di solito gestite dalla nobiltà, che avrebbero riscattato prigionieri cristiani dalla prigione.

Nell’anno 1203, un uomo di nome Peter Nolasco formò un’organizzazione che avrebbe riscattato quelli che non erano uomini ricchi o prominenti, che chiamò il “povero di Cristo”. San Pietro Nolasco non era un prete, ma lavorò diligentemente per salvare Cristiano prigionieri, e altri uomini presto si unirono a lui in questo lavoro caritatevole. Sfortunatamente, c’erano molti più prigionieri di quanti lui fosse in grado di aiutare, così Peter si rivolse a Dio e alla sua Madre in preghiera per chiedere aiuto. Fu allora che la Beata Madre, Nostra Signora del Riscatto, gli apparve il 1 ° agosto 1218, trasformando il suo ordine in un’organizzazione religiosa con l’assistenza di San Raimondo e la protezione di Re Giacomo I d’Aragona.

San Pietro Nolasco con il re Giacomo I d’Aragona

Il giorno seguente San Pietro Nolasco si recò alla corte del re Giacomo I e, poiché anche il re aveva ricevuto una visione della Beata Vergine, fu di grande aiuto per ciò che Peter Nolasco intendeva fare. Infatti, il re Giacomo si considerava un fondatore dell’ordine, e diede il proprio illustre stemma, con una croce sopra uno scudo con quattro strisce rosse su fondo oro, da indossare sui loro petto e come scapolari. La croce è la Croce di Malta dei Cavalieri di San Giovanni, l’ordine militare che aveva combattuto così magnificamente contro l’Islam per secoli.

Il 10 agosto, l’Ordine Celeste e Militare di Nostra Signora della Misericordia e la Redenzione dei prigionieri è stato ufficialmente costituito nella Cattedrale della Santa Croce a Barcellona. Uno dei voti dei suoi membri è che prenderanno il posto dei prigionieri e moriranno anche per ogni cristiano che rischiava di perdere la fede cattolica.

Nel 1235 papa Gregorio IX riconobbe formalmente l’Ordine ispirato a Nostra Signora della Mercede, che a un certo punto era famoso per aver salvato 70.000 anime cristiane. Si stima che 2.700 furono salvati durante la vita di San Pietro Nolasco, che morì nel 1258.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonti:

http://devotiontoourlady.com/august.html