La Madonna del Giorno (20 Agosto) – SANTA MARIA DELLA CROCE, CREMA, CREMONA, ITALIA

C’è un santuario della Madonna sulla strada di Bergamo, a circa un miglio di distanza dalla città di Crema, in Italia. La struttura è una forma circolare, con quattro aggiunte a forma di croce, che ha dato origine al nome: “Santa Maria della Croce”. Il santuario si trova in un luogo dove, negli anni passati, sorgeva un fitto bosco chiamato “Il Novelletto”.
Alla fine del XV secolo una giovane donna di nome Caterina Uberti viveva con suo fratello nella città di Crema. Quando arrivò all’età del matrimonio, suo fratello la indusse a sposare un Bartolomeo Petrobelli; era uno sfortunato accordo – Caterina era buona e devota; Bartolomeo era esattamente l’opposto, tendendo verso i malvagi e i corrotti. Il matrimonio era infelice per Caterina e scomodo per Bartolomoleo – i suoi modi piuttosto rudi e brutali la saziavano, mentre la sua vita raffinata e santa era un silenzioso rimprovero al suo modo di vivere scandaloso. Quindi, dopo un anno di turbolenze,

Bartolomeo decise di uccidere Caterina. Avendo preso una decisione, non perse tempo a realizzare il suo disegno malvagio.
Gli suggerì di andare a Bergamo e visitare i suoi genitori; accettò e nel tardo pomeriggio del 3 aprile 1490 montarono i loro cavalli e partirono dalla città. Quando arrivarono al bosco a circa un miglio da Crema, Bartolomeo lasciò la strada principale e cavalcò nella foresta; Caterina era perplessa, ma non sapeva cos’altro fare, lo seguì. Quando raggiunsero il centro del bosco, Bartolomeo smontò e fece scendere Caterina da cavallo. Poi, senza preavviso, estrasse la spada, la sollevò e la fece scendere fieramente, con l’intenzione di dividere la testa con un taglio netto. Istintivamente tirò su un braccio per respingere il colpo selvaggio, salvò la testa, ma perse la mano destra – la povera mano mozzata pendeva dal braccio da una striscia di pelle, e Bartolomeo lo strappò brutalmente e lo gettò su un lato. Poi la colpì come un pazzo finché non cadde a terra in una pozza di sangue; pensandola morta, saltò sul suo cavallo e fuggì. Caterina non era morta, né aveva paura di morire, anche se sentiva che il suo tempo era breve. Con tutto il suo cuore morente desiderava gli Ultimi Sacramenti; così pregò la Madre di Dio, che ascoltò la sua preghiera. Un bagliore di luce spinse indietro l’oscurità che si stava radunando e una bella signora le si avvicinò. Abbassandosi, la Signora la prese per un braccio e la aiutò ad alzarsi: il sangue smise di scorrere e una nuova vita attraversò il suo corpo mutilato. La Signora ordinò a Caterina di seguirla, ma Caterina le chiese se poteva cercare la sua mano persa. La Signora promise che le sarebbe stato restituito a tempo debito. Portando Caterina in una capanna, le disse che queste persone l’avrebbero aiutata e poi svanita. I contadini gentili fecero tutto il possibile per Caterina, e la mattina dopo la misero su una rozza barella e la riportarono teneramente a Crema. Mentre attraversavano il bosco, uno degli uomini trovò la mano mozzata e la restituì a Caterina. La portarono alla chiesa di San Benedetto, dove il parroco, dopo aver ascoltato la storia, unse Caterina che vi morì. La storia si diffuse rapidamente; alcuni credettero, altri dubitavano che la Beata Vergine avesse operato tali meraviglie. Un giovane undicenne, che viveva a Crema afflitto da un ascesso insopportabile su un piede, pregò di essere portato nel bosco per mettere il piede nel punto in cui appariva la Signora. Sua madre e un gruppo di parenti lo portarono lì, e fu subito guarito, tutte le tracce di ascesso scomparse.
Molti altri malati e infermi vennero anche e furono guariti. Il popolo ha eretto una piccola cappella sul posto e vi ha collocato un’immagine in gesso della Madonna. Più favori seguirono; molte offerte furono fatte dai fedeli e in pochi anni un perfetto santuario della Madonna fu completato nel 1500. Più tardi una bella nuova statua di Maria fu custodita nel Santuario e nel 1873 fu incoronata con una corona d’oro per ordine del Vaticano .

VIDEO PELLEGRINAGGIO:

Tratta e Tradotto da:

Sito del Santuario: http://www.santamariadellacroce.it/

http://www.ourladysrosarymakers.com/Marysfeastsmarch.html

THE WOMAN IN ORBIT – Compiled by Sister Manetta Lamberty, S.C.C. – Copyright 1966

Di Rei Momo – Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=40572669