La Madonna del Giorno (27 Agosto) – L’ICONA della POKROV (PRIMA PARTE)

L’Icona della Pokrov di Maria – l’immagine di “Protezione”, che la mostra apparire nell’aria sopra i congregati nella Chiesa dei Vlakhernae a Costantinopoli, tenendo il suo velo sopra di loro come un segno di protezione.

C’è, tuttavia, un altro tipo di icona correlata ma visivamente piuttosto diversa di Maria correlata alla protezione. Non a caso, si chiama Pokrovitelnitsa, “La Protettrice”.

Per le origini di questo concetto, possiamo guardare al più noto inno mariano / preghiera, trovato scritto in greco su un papiro copto dall’Egitto – Rylands Papyrus # 470. È generalmente noto con le sue prime parole nella traduzione latina, Sub Tuum Praesidium“Sotto la tua protezione”. Sebbene sia frammentario, le parti mancanti possono essere completato per leggere tutto (tradotto letteralmente dal greco) :

Ὑπὸ τὴν σὴν εὐσπλαγχνίαν ……… .. “Sotto la tua compassione
καταφεύγομεν, Θεοτόκε ….Siamo fuggiti per il rifugio, Madre che fa nascere Dio
Ἡς ἡμῶν ἱκεσίας ………………………. Le nostre petizioni
μὴ παρίδῃς ἐν περιστάσει ……………. Non ignorare in afflizione
ἀλλ ἐκ κινδύνων λύτρωσαι ἡμᾶς …. Ma salvaci dal pericolo
μόνη Ἁγνή, μόνη εὐλογημένη ……… Solo Pura, Sola Benedetta. “

Si traduce in italiano moderno come:

“Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio:

non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova,

e liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.”

È interessante notare che in questa preghiera, Maria non viene avvicinata come intercessore o intermediario, ma piuttosto avvicinata direttamente ai suoi poteri di liberazione.

Non sorprende che troviamo questa preghiera più antica a Maria in Egitto. L’Egitto era la terra della dea Iside, la madre del dio Horus, e uno dei suoi titoli era Mut Netjer, ” Madre di Dio “, che possiamo paragonare a Theotokos -” Donatore di Dio “in greco . Come ho detto prima, mentre il cristianesimo si diffondeva nel mondo greco-romano (che comprendeva l’Egitto in quel momento), il culto degli antichi dei fu prima scoraggiato, poi perseguitato, quindi i loro luoghi e funzioni nel cuore della popolazione furono gradualmente sostituito da santi cristiani, il più importante dei quali era Maria, che ha assunto il ruolo della nuova dea madre.

Ho detto che il Sub Tuum è la più antica preghiera mariana, ma quanto è presto? Quanto tempo ci sono voluti prima che i cristiani iniziassero a chiamare Maria? Bene, questo è contestato. Uno studioso, basato sullo stile della scrittura a mano, risale al frammento di papiro fin dal 200, ma altri, prendendo in considerazione la scrittura e altre prove, lo collocano tra i 300 e i 400 c. Il periodo successivo è generalmente favorito perché non ci sono altre prove di preghiera a Maria negli anni 200, né il termine Theotokos era quindi di uso comune. L’uso di Theotokos come titolo di Maria fu autorizzato solo ufficialmente al Concilio di Efeso, nel 431 c.e., dopo una polemica sul fatto che Maria dovesse essere chiamata “Madre di Cristo” o “Madre di Dio”. Quest’ultima vinse.

Si trova nelle catacomba – Maria e Gesù con il Profeta e la stella Catacomba Priscilla-Roma, fine sec. II inizio sec.III

Gregorio Nazianzeno, che morì circa 390 aC, racconta nel suo racconto delle sofferenze di Santa Giustina che “pregò sinceramente la Vergine per avere aiuto”. Così sappiamo che la gente stava pregando Maria nell’ultima parte del IV secolo.

Quindi, quanti anni ha il frammento di Sub Tuum Praesidium? C. H. Roberts, che ha pubblicato papyrus # 470, ha scritto nel suo catalogo:

“Lobel non sarebbe disposto a collocare 470 dopo il terzo secolo. Ma tali mani individuali sono difficili da datare, ed è quasi incredibile che una preghiera indirizzata direttamente alla Vergine in questi termini possa essere scritta nel terzo secolo. La Vergine era detta Θεοτόκος [Theotokos] da Atanasio; ma non ci sono prove nemmeno per la preghiera privata a lei indirizzata (cfr Greg. Naz. Orat. xxiv. II) prima dell’ultima parte del quarto secolo, e trovo difficile pensare che il nostro testo sia stato scritto prima. ”

Quindi la data del frammento rimane imprecisa, con la seconda metà del 4 ° secolo che mi sembra più probabile, dalle prove attuali.

Ma cosa c’entra tutto questo con le icone? È la nozione della “protezione” di Maria, dei supplicanti che le vanno incontro per sicurezza nei momenti difficili.

Nel tipo Pokrov standard, Maria tiene il suo velo sui membri della congregazione per protezione. Questo è il tipo di icona popolare in Oriente, nella Russia zarista. Questa forma dell’icona “Protezione” non era generalmente presente nell’ortodossia greca.

Secondo la tradizione sacra ortodossa orientale, l’apparizione di Maria la Theotokos avvenne durante il decimo secolo nella chiesa Blachernae di Costantinopoli (l’odierna Istanbul) dove erano state conservate molte delle sue reliquie. Domenica, 1 ottobre, alle 4 del mattino, Sant’Andrea il Matto per Cristo, uno slavo di nascita che agiva come guardia del corpo a Costantinopoli, ha visto la cupola della chiesa aperta e la Vergine Maria entrare, muovendosi nel aria sopra di lui, risplendente e circondata da angeli e santi. Si inginocchiò e pregò con lacrime per tutti i fedeli cristiani nel mondo. La Vergine Maria chiese a suo Figlio, Gesù Cristo, di accettare le preghiere di tutte le persone che Lo supplicavano e cercavano la sua protezione. Una volta completata la sua preghiera, camminò verso l’altare e continuò a pregare. Successivamente, ha diffuso il velo su tutte le persone nella chiesa come protezione.

Sant’Andrea si rivolse al suo discepolo, S. Epifanio, che era in piedi vicino a lui, e chiese: “Vedi, fratello, la Santa Theotokos, pregando per tutto il mondo?” S. Epifanio rispose: “Sì Santo Padre, lo vedo e sono stupito! “

Si dice che un’icona della Beata Vergine Maria che prega, circondata da persone, sia custodita nella chiesa delle Blacherne. Riproduceva gli eventi come li aveva visti St. Andrew quel giorno. Un giorno di festa in commemorazione della visione è stato tenuto in Russia da allora.

(da continuare domani … fine prima parte dell’articolo – L’Icona Pokrov)

Tratta e Tradotta da:

https://russianicons.wordpress.com/tag/pokrov/

https://catholicismpure.wordpress.com/2012/08/30/our-ladys-veil-two…