La Madonna del Giorno (28 Agosto) – L’ICONA della POKROV (SECONDA PARTE)

L’ICONA della POKROV (SECONDA PARTE)

Nella chiesa cattolica nell’occidente, tuttavia, la protezione di Maria era visualizzata in modo un po ‘diverso, come Maria che spalancava il suo manto e le persone che si radunavano sotto di esso da entrambi i lati per proteggersi, come in questo esempio toscano del Cenacolo di Santo Spirito a Firenze. Si chiama la Madonna della Misericordia.

Negli ultimi anni dell’iconografia russo-ortodossa, l’immagine della Madonna della Misericordia occidentale è stata presa a prestito come un tipo di icona, sebbene non fosse comune.

Ecco un esempio. L’iscrizione al titolo recita “La ‘Protettrice’ Santissima Madre di Dio.” Ma è spesso conosciuta con il titolo Покрый нас кровом крылу Твоею – Pokruiy nas krovom kruilu Tvoeiu – “Proteggici con il riparo delle tue ali”.

Come si vede, raffigura l’immagine basilare della Madonna della Misericordia di Maria in piedi, che tiene in mano il suo mantello per accogliere e proteggere i supplicanti sotto di esso. Ma alcuni cambiamenti si trovano quando questa immagine viene utilizzata nell’iconografia russa. Ad esempio, è standard nelle versioni ortodosse russe del tipo di dare le ali di Maria, riflettendo Apocalisse 12:14:

“E alla donna furono date due ali di una grande aquila, che lei potesse volare nel deserto, nel suo posto, dove è nutrita per un tempo, e tempi, e per metà tempo, dalla faccia del serpente.”

Questa cosiddetta “donna apocalittica” è considerata un simbolo della Chiesa nell’ortodossia orientale, ma anche Maria viene considerata rappresentante della Chiesa. Maria si trova anche con le ali, ad esempio, in alcune rappresentazioni di Deisis.

Un altro elemento aggiunto a questo particolare esempio, sebbene non trovato in tutte le icone del tipo, è il muro sullo sfondo. Questo collega questo esempio con il tipo di icona noto come Nerushimaya Stena –“Muro Incrollabili”, così come il tipo “Muro alla Vergine”. E per sottolineare che questo esempio ha uno stendardo alla base con un’iscrizione slava fortemente abbreviata, una leggera variazione su una linea dal Canone alla Santissima Madre di Dio:

“Salva dai tuoi servi i tuoi servi, o Madre di Dio, Vergine, perché tutti noi ti fuggiamo da Dio, come un muro e una difesa incrollabili”.

Negli esempi dell’Europa occidentale della Madonna della Misericordia, vari tipi e numerosi supplicanti sono mostrati inginocchiati per proteggersi sotto il mantello di Maria. Nelle versioni delle icone russe, è comune mostrare vescovi, monaci e altri, insieme ai re. E i simboli di autorità come il bastone del vescovo, scettri regnanti e sfere sono posti sul terreno davanti a Maria, mostrando che si sottomettono alla sua autorità.

I due angeli sulle nuvole accanto a Maria nell’esempio sopra sono gli Arcangeli Michele a sinistra e Gabriele a destra. Tengono i dischi con le lettere greche MPΘΥ, abbreviazione di Meter Theou, “Madre di Dio”. I santi di confine sono a sinistra Venerable Paraskoviya (Paraskeva) e Bishop Sylvester, Papa di Roma; a destra Akilina e Venerabile Matrona. Gesù benedice dalle nuvole in alto al centro.

Il seguente esempio, piuttosto sproporzionato, del tipo Pokrovitel’nitsa include un’iscrizione accanto alle ali di Maria, una leggera variante di Salmo 90:14.

Il salmo recita:

покрыю и, яко познá имя моé.
“Lo proteggerò, perché ha conosciuto il mio nome.”
Ma l’iscrizione dell’icona lo cambia in:
“Li proteggerò, perché hanno conosciuto il mio nome.”

Si ritiene che il tipo “Proteggici con il riparo delle tue ali” sia entrato in Russia attraverso incisioni ucraine nell’ultima parte del 1600.

Queste contiene la stessa nozione di protezione e aiuto sotto il mantello di Maria che troviamo espressa in modo un po ‘diverso nei vari dipinti occidentali della Madonna della Misericordia e nelle icone russe zariste del Pokrovitelnitsa – “La Protettrice”.

Tratta e Tradotta da:

https://russianicons.wordpress.com/tag/pokrov/

https://catholicismpure.wordpress.com/2012/08/30/our-ladys-veil-two…