La Madonna del Giorno (29 Luglio) – Meryem Ana Evi (La Casa di Madre Maria) Efeso, Selçuk, Smirne, Turchia

La Beata Vergine Maria viaggia con San Giovanni Evangelista

Nella Bibbia, Maria è vista ai piedi della Croce, dove Gesù morente le dà come madre “al discepolo che ha amato” (Giovanni 19:26). Ben presto i cristiani vennero a identificare questo discepolo con San Giovanni, autore del Vangelo, che si dice abbia trascorso i suoi ultimi anni ad Efeso. Sebbene le prime tradizioni, attraverso il Medioevo, ponessero gli ultimi giorni della Vergine Madre a Gerusalemme, l’idea che lei avesse accompagnato l’amato Discepolo ad Efeso aveva guadagnato valore nel 1670, quando la Venerabile Maria d’Agreda ne scrisse nel libro “La Mistica Città di Dio”. Negli anni venti dell’Ottocento, la beata Anna Caterina Emmerich, dal suo letto di malattia in Germania, vide visioni dettagliate delle vite di Cristo e di sua madre, che il poeta Clemens Brentano registrò. La vita della Beata Vergine Maria fu pubblicata nel 1852, dopo che Emmerich e Brentano erano morti. La beata Caterina immaginava la casa in pietra di Maria, costruita da San Giovanni su un ruscello, e far parte di una piccola comunità cristiana su una “altezza selvaggia, invasa … più vicina al mare di Efeso”. Nel 1891, suor Marie de Mandat-Grancey, in missione come Figlie della Carità a Smirne (Izmir), convinse due missionari lazzaristi francesi, Henri Jung ed Eugene Poulin, a scalare il Monte Koressos vicino ad Efeso per controllare i resoconti di una vecchia struttura corrispondente alla visione della mistica Emmerich. Il 29 luglio, trovarono una cappella in rovina che si adattava inconfondibilmente alla descrizione della beata Catherine. Risultò che la tradizione locale riteneva che fosse la casa della Madre Maria (Meryem Ana Evi), vicino al luogo sacro da cui era stata assunta in cielo. Fra un anno, i cattolici stranieri si unirono al pellegrinaggio locale al Monte Koressos per la festa dell’Assunzione, il 15 agosto, I padri lazzaristi sono venuti per ristrutturare l’edificio e gestire il luogo, cosa che continuano a fare fino oggi. Il raduno di agosto attira anche i musulmani, che considerano Maria come una santa, oltre che i cristiani. La Chiesa cattolica non ha mai stabilito se questa fosse realmente la casa di Maria o il luogo della sua Assunzione, ma i papi Paolo IV, S. Giovanni Paolo II e Benedetto XVI sono stati tutti pellegrini in quella casa. Non è chiaro cosa sia successo alla statua danneggiata di Maria trovata nella cappella nel 1891. La statua ora sull’altare è simile a quella sul terreno (a destra), ma manca le sue mani dalla seconda guerra mondiale. La lapide sotto la statua nella foto recita, “Elles m’ont etablie leur gardienne – 1867 (” Mi hanno stabilito come loro guardiano “). Questo è probabilmente un riferimento alle Figlie della Carità, che hanno preso Maria come loro guardiana.

Fonti:

http://www.wherewewalked.info/feasts/07-July/07-29.htm

(Foto di Chris Trost della statua per motivi da ctrost.blogspot.com Informazioni da www.sacred-destinations.com/turkey/ephesus-house-of-the-virgin.htm e altre fonti.)