La Madonna del Giorno (4 Novembre) – MADRE DELLA DIVINA PROVVIDENZA, ROMA nella chiesa di S. Carlo ai Catinari

TITOLO

Maria Madre della Divina Provvidenza! E quale più grande provvidenza ci elargì la Vergine Maria se non quella di donarci il Figlio di Dio, che in Lei si fece umana carne? Non c’è bisogno di alcuna elucubrazione teologica per comprendere: Maria provvede all’umanità il dono dell’Unigenito Figlio.

Maria è fatta Ella stessa Provvidenza poiché, dicendo il suo “sì” a Dio, ci provvede del suo dolcissimo Figlio. Ella entra nell’economia salvifica a pieno titolo: per accettazione del piano di Dio e per accoglienza del Verbo che Ella concepì prima nella mente e poi nel suo grembo, donandolo a tutta l’umanità. Possiamo dire che il venerato titolo di Madre della Divina Provvidenza racchiude in sé quanto Dio mise in atto in ordine alla nostra salvezza.

Sotto questo titolo si onora la missione che Dio, la cui provvidenza tutto dispone secondo un disegno di amore, affidò alla beata Vergine affinché fosse:

benignissima Madre di Cristo; per la provvidenza divina che si è dispiegata nell’economia della salvezza, la beata Vergine Maria ha generato il Salvatore del mondo;

provvida madre degli uomini, che Cristo Gesù le ha affidato dalla croce;

dispensatrice di grazia; colei che a Cana di Galilea pregò il Figlio in favore degli sposi, ora, assisa alla destra del Figlio, veglia sulla Chiesa che lotta, che soffre, che spera.

La beata Vergine è chiamata “madre della divina Provvidenza”, perché da Dio ci è stata data come premurosa madre, che ci procura con la sua intercessione i beni del cielo. Come Dio non può dimenticarsi del suo popolo e che proprio come una madre lo consola, così la Madonna ha compassione di noi, intercede per noi, ci ricolma di consolazione.

I fedeli sorretti dal patrocinio di una Madre così sublime, trovano grazia e sono aiutati al momento opportuno e cercando, secondo il comando del Signore, anzitutto il regno di Dio e la sua giustizia, sperimentano in ogni circostanza della vita la provvidenza del Padre.

CULTO

Sin dalle origini della comunità di Macchia di Giarre (CT), la popolazione aveva eletto come patrona del paese, la Madre di Dio, sotto il titolo di Madonna della Provvidenza, che già allora si festeggiava con simulacro e processione l’ultima domenica di ottobre.

Chiesa di san Carlo detta «ai Catinari»

Nel 1744 Benedetto XIV (†1758) concesse alla Congregazione dei Chierici Regolari di San Paolo (Barnabiti) una messa della beata Vergine Maria, «madre della divina Provvidenza», piamente venerata a Roma nella Chiesa di san Carlo detta «ai Catinari», da celebrarsi il sabato che precede la terza domenica di novembre.

Il 31 maggio 1986, con Decreto dell’Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia, confermato dalla Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti in data 19 luglio 1989, la Beata Vergine Maria della Divina Provvidenza è stata dichiarata Patrona presso Dio del Corpo di Commissariato dell’Esercito Italiano.

PREGHIERA ALLA MADONNA DELLA PROVVIDENZA

Vergine Santa, tra tutti i titoli con cui ti onora e ti invoca il popolo cristiano quello di Madre della Provvidenza è tra quelli che a Te più si addicono. Tu sei per noi il segno della Provvidenza di Dio, perché, mediante Te, Dio ci ha donato Gesù segno del suo più grande amore per gli uomini, poiché da Gesù è venuta a noi la salvezza. Ma Tu sei ancora tra noi Provvidenza, perché ci educhi all’amore verso Gesù e verso i fratelli e sei anche per noi mediatrice di grazie.

Così questo nostro popolo da tempo ti vede e ti invoca: ti ha invocata come benedizione ai propri campi, protettrice in ogni calamità e bisogno spirituale. Ed esso ha sperimentato la validità della tua intercessione. Avvertiamo noi oggi il bisogno di tante cose, ma specie quello di non perdere il senso della nostra esistenza e di saper apprezzare il valore della nostra vita.

Non farci mancare questa conoscenza, provvedi a noi, con il tuo intuito materno questa sensibilità, e dacci la forza di vivere con spirito di fede la nostra vita con le sue sofferenze, le sue gioie e il suo lavoro. Salve Regina… 

 

FONTI

http://www.santiebeati.it/dettaglio/90989

http://www.barnabiti.net/wp-content/uploads/2014/07/14-Madonna-41-43.pdf

http://www.divinaprovvidenza.net/la-madre-della-divina-provvidenza.html

https://biscobreak.altervista.org/2013/10/madonna-della-provvidenza/.